Arringa affumicata con polenta

Arringa affumicata con polenta
 

L’arringa affumicata, chiamata anche renga, è un tipico piatto Veneto che si mangia il giorno delle ceneri o il Venerdì di Quaresima. Viene servito come antipasto semplice e gustoso accompagnato da una polenta morbida gialla.

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 arringa (io prendo quelle bianche che si trovano nelle cassette di legno)
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • Olio extravergine di oliva di ottima qualità

 

Procedimento:

Adagiate la renga in una pentola larga, coprite con dell’acqua fredda e portate ad ebollizione, cuocete mantenendo un’ebollizione leggera per 4 minuti.

Scolate l’arringa dall’acqua calda e disponetela in una pirofila con acqua freddissima per 3 minuti.

Scolate ora l’arringa delicatamente affinché non si rompa ed asciugatela. Eliminate la testa, la coda e la pelle e ricavatene i filetti delicatamente.

Adagiate la arringa in una pirofila, condite con abbondante olio extra vergine di oliva ed un cucchiaio di aceto di vino bianco e lasciate insaporire.

Servite i filetti di renga con una polentina morbida o fette di polenta abbrustolita.

Potete conservare le arringhe, in un recipiente ben chiuso coperte di olio di oliva, per una settimana, ed il loro gusto migliorerà con il passare dei giorni.

 

 

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *