Curry Thailandese Panang vegano

Curry Thailandese Panang vegano
 

Il curry Thailandese chiamato Panang è una pasta realizzata pestando vari ingrendienti ultilizzati generalmente per la preparazioni delle più conosciute paste di curry: peperoncini secchi, galangal, lemongrass (citronella), foglie di lime, radici di coriandolo, semi di cumino, aglio, scalogno, sale e arachidi. Questo curry ha però la caratteristica di essere più ricco, dolce e cremoso rispetto ai curry rosso e verde, ed anche meno piccante.

Solitamente questo tipo di curry viene utilizzato per preparazioni di carne ma, data la sua versatilitá, vi propongo la versione vegetariana ed oltretutto vegana. Considero molto importate utilizzare sempre verdure di stagione, quindi vi consiglio di prendere le verdure che più vi piacciono per creare una ricetta nuova, ricca di sapori contrastanti che vi porterá con la mente in Thailandia.

Ingredienti per 3 persone:

  • 2 pak choi
  • 2 carote
  • 10 cavoletti di Bruxelles
  • 1 zucchina
  • 1/2 broccolo
  • 1 cipolla
  • 1 confezione di tofu (potete scegliere quello che più preferite: io questa volta ho usato un tofu biologico alle mandorle)
  • 3 cucchiai di pasta di curry panang
  • 400ml di latte di cocco
  • 2 foglie di lime
  • 150 g di riso jasmine
  • 2 cucchiai di olio di semi

Procedimento:

Iniziate con la preparazione delle verdure: pelate le carote e tagliatele diagonalmente spesse circa 0.5 cm, tagliate allo stesso modo anche la zucchina. Pulite i cavoletti di Bruxelles e lavateli bene, pulite anche il pack choi e tagliatelo in 4 in lunghezza.
Tagliate la cipolla in 4 pezzi e sfogliatela leggermente e ricavate dal broccolo delle piccole cimette.

Passiamo ora al riso, per una quantità di riso Jasmine dovrete utilizzare una quantità di acqua pari a 1 1/2 circa (1 tazza di riso per 1 tazza e mezza di acqua).
Per prima cosa dovrete lavare il riso: aggiungete dell’acqua fredda in un pentolino con il riso, rimuovetelo con un cucchiaio e scolatelo dalla sua acqua, ripetete l’operazione una seconda volta, così elimineremo parte dell’amido del riso.
Ora aggiungete una parte di riso e 1 1/2 parti di acqua fredda in un pentolino dal fondo alto. Portate a bollore a fuoco medio e non appena inizia a bollire, abbassate la fiamma al minimo e continuate la cottura per 15- 20 minuti (seguite il tempo indicato sulla confezione) prestando attenzione che non bruci. Nel caso in cui riso necessitasse di più acqua potrete semplicemente  aggiungerne un goccio durante la cottura.

Scaldate il wok, versate 2 cucchiai di olio di semi e la pasta di curry, scaldate bene finché il curry inizia a rilasciare tutti i suoi profumi. Versate poco a poco il latte di cocco, dissolvendo la pasta di curry all’interno e creando una salsa omogenea. Strappate la nervatura centrale alle foglie di lime e aggiungetele al vostro curry.
Non appena il latte di cocco prende il bollore, procedete alla cottura delle verdure in modo graduale a fuoco medio. Iniziate con le carote ed i cavoletti di Bruxelles, trascorsi 5 minuti, potete procedere con l’aggiunta delle verdure rimanenti.


Lasciate sobbollire per 10 minuti a fuoco medio-alto e successivamente a fuoco basso per 5 minuti circa o fino a quando le verdure risulteranno cotte ma ancora al dente e la pasta di curry diventa lucida e dovrete poter notare che l’olio naturale intrinseco della pasta di curry si sia separato creando delle goccioline rosse.

Servite ben caldo con il riso jasmine, buon appetito!

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *